AFOL MODA

AFOL Moda è una scuola pubblica, centro di eccellenza del settore moda, attiva in Milano fin dagli anni ’70.

Ogni anno oltre 300 giovani talenti vivono la scuola, insieme a professionisti del settore che credono nel valore del lavoro, della passione e della creatività che condividono e trasmettono ai nostri studenti.

La didattica ha una forte impronta multidisciplinare: lezioni teoriche in presenza e a distanza si affiancano a significative esperienze pratiche laboratoriali.

I percorsi formativi sono funzionali alla preparazione dei professionisti di nuova generazione: tutti i corsi di specializzazione avanzata sono arricchiti da esperienze di stage curriculari presso importanti aziende del settore

AFOL Moda da spazio ai giovani talenti accompagnandoli nel percorso formativo attraverso workshop, focus e lezioni pratichemirate a coltivare nei suoi studenti la passione per la moda, la creatività e le abilità tecniche necessarie per esprimere sé stessi e la propria visione del mondo.

Collezioni

AFOL Moda partecipa alla Fashion Graduate Italia 2021 con le collezioni di 8 studenti della scuola dedicate a donna, intimo, bambino e bambina. La realizzazione dei capi è stata interamente a cura degli studenti dei corsi di Sartoria Avanzata –Atelier, di Modellistica Abbigliamento base e Modellistica Abbigliamento avanzato.

Me and I   /   Camilla Fucilli e Beatrice dalla Rosa

Nulla è più eccitante che scimmiottare il mondo degli adulti, quando si è ancora una bambina e per di più ribelle. Nasce così lo stile originale di questa collezione che ruba spunti dal guardaroba di mamma e papà per mixarli in modo originale e personale. Le sovrapposizioni di tessuti e gli accostamenti di jacquard rendono unici i diversi look. A sporcare il tutto le stampe gyotaku con le impronte di un pesce: un feticcio e un simbolo di libertà proprio perché “fuor d’acqua”.

An Adult World/Claudia Traja

La collezione rappresenta un mondo adulto in cui i bambini di oggi devono crescere e con il quale devono confrontarsi. Architetture diverse ispirano lo stile minimal, le linee geometriche e i volumi.
La scelta dei tessuti riciclati e recuperati da scarti rappresenta una delle fasi più importanti della ricerca per la creazione della collezione.

MON ETRE / Elisa Thiam

Parte dall’introspezione e dalla ricerca della propria natura la collezione Mon etre e racconta di una femminilità generosa, dove forme primitive e sofisticate evocano le proprie origini e danno forma a un’anima guerriera, ma anche volubile e delicata come il plisse indomabile dei piccoli top.

INSTABILE / Clarissa Balossi

‘Instabile’ è una rapsodia emotiva, un intreccio di continui sbalzi d’umore che si spingono ad estremi opposti.
La confusione che ne deriva è esaltata dall’assenzio, che tinge col proprio inconfondibile colore il candore della collezione intimo, la cui struttura perfetta, sempre in equilibrio precario, concede solo un‘immagine sbilanciata e distorta di sè.

4 BODY / Daniele Cavallo

Il corpo e la consapevolezza di sé e delle proprie infinite sfaccettature sono il punto chiave della ricerca: il luogo ideale in cui esprimersi senza timore delle proprie emozioni.
Il dinamismo corporeo si racconta attraverso il ricamo e si contrappone con le linee strutturate dei capi. Una collezione urban, egocentrica, che ama far coesistere stili differenti.

OLTRE / Tony Zumbo

La collezione vuole raccontare un viaggio interiore che parte dalla liberazione dalle costrizioni imposte, dall’esplosione dell’io più profondo, spesso sopraffatto da ansie simili a macigni.
“Oltre” è un grido acuto che rappresenta libertà, liberazione e rinascita.

SEIJAKU / Luigi Minò

I Segni grafici dipinti sui corpi nudi di tribù africane e il rigore dei kimono giapponesi si fondono in questa capsule dagli intrecci sapienti e dal sapore couture. Ma è il corpo ad essere il vero protagonista, che attraverso una nudità svelata rivendica la propria unicità.